Onde gravitazionali a 100 anni dalla relatività di Einstein

Onde gravitazionali a 100 anni dalla relatività di Einstein

L’iniziativa rientra nelle attività legate alla diffusione della cultura scientifica e al PLS (Piano Lauree Scientifiche) ed è stata programmata all’indomani di quella che molti, giustamente, ritengono sia una delle più importanti scoperte del secolo: le onde gravitazionali.

Previste 100 anni fa da Einstein con la formulazione della Teoria della Relatività Generale, si avevano prove (sia pur indirette) della loro esistenza. Dopo i primi tentativi di J. Weber negli anni ’60-‘70, sono state osservate nei mesi scorsi da parte degli osservatori LIGO in America e pochi giorni fa - l’11 febbraio - ne è stato dato l’annuncio ufficiale in contemporanea negli U.S.A. e in Italia; anche in Italia, infatti, si era all’avanguardia nella ricerca di questo tipo di onde dovute a fenomeni che coinvolgono grandi masse che deformano lo spazio-tempo.

È sorta, quindi, l’esigenza di ampliare lo sguardo e trattare l’argomento in maniera più approfondita grazie alla disponibilità del Prof. Achille Nucita, docente di Astrofisica presso l’Unisalento, il quale ha lavorato diversi anni nell'ambito delle onde gravitazionali proprio a Cascina (Pisa) dove, nel 2003, è stato installato il rivelatore interferometrico VIRGO (attualmente in manutenzione) molto simile al LIGO (dove nei mesi scorsi sono state fatte le rilevazioni delle Onde gravitazionali).

È nostra convinzione che un esperto con le competenze del prof. Nucita possa trasmettere le sue esperienze descrivendoci cosa è stato osservato e farci capire il perchè dell'importanza della scoperta, in un incontro seminariale rivolto ai nostri studenti più grandi, ma aperto anche a quanti vorranno avvicinarsi alla tematica cercando di saperne qualcosa in più.


Pubblicata il 21 febbraio 2016

Condividi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.